CO-AliZIONE: un programma dell’ANCI per rafforzare le competenze dei comuni sull’integrazione

Claudia Rosella News

50 giornate formative su tutto il territorio nazionale, 20 webinar per amministratori dirigenti e funzionari rivolti a oltre 2.300 Comuni, quelli compresi tra 5.000 e 150.000 abitanti. Matteo Biffoni, Delegato ANCI all’Immigrazione e Politiche per l’Integrazione e Sindaco di Prato: “Una iniziativa di ANCI fortemente innovativa per la formazione di coloro che, negli Enti locali, si impegnano a realizzare progetti e servizi mirati all’accoglienza e all’integrazione”.

Prenderà il via a luglio prossimo il programma CO-AliZIONE, ideato e realizzato dall’Anci per il rafforzamento delle competenze nei Comuni delle reti territoriali volte all’integrazione dei cittadini stranieri. E’ quanto annuncia la lettera, a firma dal Delegato ANCI, che nelle prossime ore giungerà ai Comuni per informarli sui contenuti e le modalità di partecipazione a questa importante iniziativa.

In partenariato con la Fondazione Cittalia, CO-AliZIONE, è finanziato dal Ministero dell’Interno con il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014 e punta alla messa “in rete” delle conoscenze per avviare progettualità innovative che richiedono compartecipazione e la costruzione di una vera e propria coalizione locale.

“I Comuni”, ricorda Matteo Biffoni, Delegato ANCI all’Immigrazione e Politiche per l’Integrazione e Sindaco di Prato, “sono sempre più protagonisti delle politiche locali di integrazione e il loro ruolo attivo e consapevole è garante di una comunità che accoglie nel rispetto dei territori, anche grazie a servizi concreti che è in grado di erogare”.

E’ dunque il valore culturale, sociale, istituzionale delle progettualità che si vuole far accrescere attraverso le azioni del programma, che avranno un approccio innovativo, promuovendo la connessione tra i servizi di accoglienza e il più ampio sistema dei servizi del welfare locale.

“Tutto ciò risponde”, ricorda Biffoni, “alla linea che ANCI porta avanti da tempo, diretta a rafforzare il ruolo centrale del Comune nella creazione di partnership e coalizioni locali.”

“In questo momento storico”, conclude Biffoni, “non possiamo sottrarci a un fenomeno ineludibile come quello degli arrivi sul nostro territorio, sia da parte di migranti che scelgono il nostro Paese per il proprio futuro, sia per il flusso continuo di richiedenti asilo. E’ quindi ancora più importante gestire politiche di integrazione sui nostri territori.”

Entro il prossimo 30 giugno i Comuni potranno aderire al programma formativo (luglio 2017- luglio 2018) che prevede sia sessioni in presenza che in modalità webinar, senza alcun costo per le amministrazioni locali. La scheda di adesione da compilare a cura dei Comuni è pubblicata sul sito dedicato http://co-alizione.cittalia.com.

Per info: Segreteria del programma CO-AliZIONE segreteria.coalizione@cittalia.com 06.76980863.

 

 

 

Condividi